top of page

Christian e le lotte di mamma Giulia

Aggiornamento: 27 gen 2022




Mamma Giulia ci racconta.....

Quando è nato, non è stata subito diagnosticata una cataratta congenita, la neonatologa si era accorta immediatamente che il riflesso rosso dell’occhio sinistro era disomogeneo, ma alla visita specialistica successiva alle dimissioni l’oculista purtroppo era stato molto sbrigativo e ci aveva mandati a casa sostenendo che io e la neonatologa eravamo esagerate e che il bambino stava benissimo, è stato solo poi dopo 3 mesi che tutto è diventato evidente, quando io stessa ho visto calare sugli occhi del mio piccolo il velo della cataratta

Chri è inafatti afachico e porta lenti a contatto dai 3 mesi

Il fatto che soffra di cataratta congenita è ciò che lo ha portato ad essere ambliope, quindi di conseguenza deve portare la benda, data la causa lui alterna gli occhi giornalmente, siamo partiti da fare 3 orette e siamo arrivati AIME' a fare 4 ore per uno e 5 per l'altro

Christian NON ACCETTA SEMPRE LA BENDA DI BUON GRADO, lui la porta da quando aveva 3 mesi E' UNA LOTTA QUOTIDIANA METTERLA

Adesso crescendo, visto che farà 3 anni a breve, abbiamo raggiunto insieme il compromesso che mette la benda e può giocare con dei giochi sul mio telefono (per poco tempo, però non ovviamente, per 5 o 4 ore) e per il resto del tempo gli faccio fare delle altre cose, come dipingere, giocare con le costruzioni, con le macchinine, portarlo al parco e così via

Per NOI DELLA FAMIGLIA, diciamo che INIZIALMENTE E' STATO UN PROBLEMA, ma considerando che Christian mette anche le lenti a contatto (da appunto quando aveva 3 mesi) la benda è stato forse il problema minore, ANCHE SE IN REALTA' IL FATTO DI METTERE E TOGLIERE LENTI A CONTATTO E' UNA COSA DI 1 SETTIMANA/ 10 GIORNI, MENTRE LA LOTTA CON LA BENDA E' GIORNALIERA, QUOTIDIANA e ammetto che alle volte eravamo così stanchi sia noi genitori che Chri che alla fine alcuni giorni abbiamo rinunciato a metterla, perché E' STRESSANTE PER TUTTI, soprattutto doverla tenere per 5 ore ed è particolarmente stressante d'esta.

PER CHI INCONTRA Christian, LA DOMANDA E' SEMPRE LA SOLITA "CHE COS'HA ALL'OCCHIO? SI E' FATTO MALE?" che siano adulti o bambini tutti lo chiedono, C'E' CHI PER STRADA SI FERMA E PARLOTTA TRA DI LORO, sento che si domandano che cosa possa avere il bambino E CHI INVECE SPUDORATAMENTE CHIEDE CHE COS'ABBIA, SE SI E' FATTO MALE, ALCUNI BAMBINI, forse per curiosità, alcuni più grandi con meno tatto VANNO A TOCCARGI LA BENDA O L'OCCHIO, altri PURTOPPO VEDONO LA DIFFERENZA E QUINDI LO ESCLUDONO e dicono che NON PUO' GIOCARE CON LORO.

Christian per il momento forse non si rende conto della differenza tra lui e gli altri bambini e quindi non gli da molto peso, però inizierà la materna a Settembre e vedremo se si renderà conto della diversità, aimè dovrà portarla per forza all'asilo perché non rimarrebbe più tempo durante la giornata per fare le 5 ore di bendaggio.





4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Коментарі


bottom of page